Una tragedia trasversale: gli animali nella Grande Guerra. Di Nikolay

Secondo le maggiori stime a perdere la vita durante la prima guerra mondiale furono 37 milioni di persone. Fu un massacro, ma ci fu anche un altro massacro altrettanto sanguinoso: quello degli animali. Furono all’incirca 16 milioni gli animali a morire sul campo di battaglia assieme agli uomini, la stragrande maggioranza furono cavalli e muli, circa 10 milioni, ma anche 200.000 piccioni e 100.000 cani. Tra fante e animale si creava un legame fortissimo, entrambi […]

Videogiochi e capitalismo, l’arte di perdersi. Di Nicolas Mariucci

Attualmente nella sola penisola italiana sono più di 24 milioni gli individui di ogni età, sesso o estrazione sociale ad usufruire giornalmente di videogiochi, siano essi su piattaforme portatili come gli smartphone o fissi come le console casalinghe (Playstation, Xbox, Stadia ecc ecc).I Videogiochi come il cinema e i social network sono strettamente correlati ed influenzati dall’ambiente socio-culturale che lo circonda, essi per “vendere” e continuare ad esistere devono penetrare in un vasto gruppo di […]

Recovery found? Briciole, di Filippo Dellepiane

Briciole, come nel racconto di Borchert (autore tedesco) “Das Brot”(il pane) in cui un marito disperato, dopo la guerra, “ruba”il pane alla moglie e quest’ultima trova sole le briciole.Ecco il riassunto del Recovery Fund: come spiega perfettamente Trombetta, all’Italia arriva una miseria. Una cifra pari al 0,3% del nostro pil, spalmata su 3 anni, 22 mld. Sì, perché al nostro stato arrivano 82 mld, di cui solo 22 netti. Non solo, sarebbe ingenuo pensare che […]

I poteri magici della disinformazione: di Alfio Ladisa

In questi giorni, poco dopo la resurrezione di Kim Jong Un, sulla stampa occidentale è rimbalzata un’altra notizia, a quanto sembra partita dal Telegraph e dall’agenzia sudcoreana Yonhap, secondo cui un articolo del Rodong Sinmun – naturalmente introvabile, neanche nella versione coreana – avrebbe per la prima volta negato che il leader disponga di poteri magici che gli consentono di manipolare lo spaziotempo.In questo modo si suggerisce al lettore l’idea che i nordcoreani siano un […]

San Marino, una storia antimperialista, di Alfio Ladisa

Tutti avranno sentito nominare almeno una volta San Marino, un minuscolo stato collocato a metà tra Romagna e Marche, a pochi chilometri da Rimini. Uno stato che per tutti di fatto è Italia, visto che nel suo minuscolo territorio si continua a parlare italiano e dialetto romagnolo, ad utilizzare l’euro e a preservare la cultura italiana: quasi non si percepisce infatti di aver passato un confine di stato quando ci si entra, se non per […]

Pietà l’è morta, di Leonardo Sinigaglia

“Gli operai non hanno denaro, ma tengono a loro disposizione un mezzo d’azione molto efficace: essi possono incutere paura.“ George Sorel, “Riflessioni sulla violenza” Ci risiamo. E’ mancato, con somma gioia per ogni persona comune, Alberto Alesina, economista di punta del peggiore neoliberismo, teorizzatore della pretesa “austerità espansiva” e da poco insignito dell’infamente “premio Hayek”. Unanime la costernazione della stampa borghese: “grande economista, “l’economista che ha conquistato harvard”, “una grande risorsa per il nostro paese”…Ma […]

La vera natura dell’uomo. di Luca degli Angeli

Le idee da sole non possono cambiare la società. Questa è stata una delle prime conclusioni di Marx. Come un certo numero di pensatori prima di lui, ha insistito sul fatto che per capire la società ci fosse il bisogno di vedere gli esseri umani come parte del mondo materiale. Il comportamento umano è stato determinato da forze materiali, proprio come il comportamento di qualsiasi altro oggetto naturale. Lo studio dell’umanità faceva parte dello studio […]

Il “nemico” è una persona? di Leonardo Sinigaglia

Rapporti economici basati sullo squilibrio generano necessariamente conflitti. Ma i soggetti di questi conflitti sono i singoli (o i gruppi di questi) visti in quanto attori economici. Se è lapalissiano che esista una conflittualità fra datore di lavoro e prestatore d’opera in quanto parti antagonistiche del processo produttivo, è altrettanto ovvio che da un punto di vista “umano” non esista in linea teorica nessuna differenza di interessi. Tutti gli esseri umani hanno i medesimi bisogni […]