A Londra per difendere la pace: presenti alla mobilitazione anti-Trump


Venti di guerra soffiano sul mondo, gettando i popoli nella paura e nello sconforto. La guerra, il grande male, prodotto dei contranstanti interessi dei ceti abbienti, potrebbe facilmente scoppiare dopo la terroristica aggressione di Donald Trump ai danno dell’Iran, il quale è stato colpito su territorio neutro in uno dei suoi principali esponenti, il generale Souleimani. Per questo ieri abbiamo partecipato a Londra alla mobilitazione per la pace che si è tenuta a Downing street, per mostrare che mai saremo disposti a morire per la ricchezza di pochi mistificata da interesse nazionale.