COMUNICATO DI M-48 LAZIO SU ANDREA AGUYAR

SI AL BUSTO DI AGUYAR
Le statue non sono tutte uguali. Ci sono statue erette per celebrare la vittoria dei forti sui deboli, della conquista di terre altrui, dello sterminio di innocenti, e ci sono invece statue erette dal popolo per ricordare i suoi eroi, additarli come esempio di coraggio e sacrificio, doti espresse tipicamente nell’opposizione alla tirannia e ai soprusi. Aguyar, schiavo nato da schiavi, lottò al fianco del Generale Garibaldi in Uruguay, per seguirlo poi in Italia, dove trovò la morte difendendo la Repubblica Romana dalle truppe di Napoleone III, venute a spegnere l’ardente fiamma della libertà nata in seno alla nostra penisola. Aguyar non lottò solo per l’emancipazione della sua patria, ma a favore dell’intera umanità. È doveroso tributare a lui un ricordo eterno, marmoreo, accanto ai suoi compagni caduti a difesa della Repubblica. Per questo la sezione laziale del Movimento ’48 si aggiunge alla serie di associazioni e gruppi che hanno chiesto l’erezione di un busto ad Andrea Aguyar sul Gianicolo.

M-48 Lazio