Gioventù bruciata: di Nicolas Mariucci

Gli adulti ci chiamano “Millennials”; coloro che sono nati a cavallo dello scoccare del nuovo millennio , che non hanno mai vissuto le tragedie della guerra , nati nella borghese e ipocrita tranquillità di un mondo apparentemente privo di tensioni e senza ombra di lotte intestine e laceranti, chiusi in gabbiette di vetro ed intenti nel soddisfare solo e soltanto i propri interessi come il nostro caro sistema ci ha insegnato ed invitato a fare .

Noi siamo la generazione senza sogni e spina dorsale , che ha ricevuto in mano un mondo già lavorato dai propri nonni che per farci esprimere liberamente hanno dato il sangue e la vita per permetterci di essere qui ad alienarci e bighellonare davanti alla vanagloria e alla spazzatura di un mondo che fa’ delle armi di distrazione di massa il suo cavallo di battaglia.

Noi che abbiamo imparato ad odiare il prossimo per rubargli il diritto alla vita , appropriandoci così della sua fetta di libertà , considerando tutto ciò “normale” : chi non si impegna e compete nella lotta merita di morire , chi non uccide verrà ucciso.

Noi che non abbiamo stendardi sopra le nostre teste ma solo confusione e solitudine, schiavi di noi stessi e senza fari guida ed esempi in questo oceano tempestoso , figli dell’anarchia e dell’individualismo.

Noi che siamo cresciuti con più videogiochi che amici, lontani dalla natura e dal cielo azzurro , dalla terra e dal mare, figli del comfort e della pigrizia.

Noi che non consideriamo la libertà un bene di prima necessità perché la diamo per scontata , inclusa nel pacchetto standard della vita umana , mentre a qualche centinaio di kilometri da noi , ragazzi nostri coetanei e compagni muoiono nelle miniere in Africa per costruire quello che teniamo fra le mani e che cambiamo al primo segno di usura .

Noi che amiamo assopire e distrarre il nostro spirito con droghe ed alcool per poter sognare ad occhi aperti un mondo diverso e libero di catene, non immaginiamo invece che quel mondo che tanto desideriamo guardando il cielo stellato in una notte d’estate possa esistere davvero.

Noi che trascuriamo i nostri doveri di uomini ma che pretendiamo ogni diritto, sia esso rispettato pure a costo di mutilare , sgozzare ed infangare la libertà altrui e quella del nostro paese, fedeli al proprio benessere ma alieni del bene dell’umanità.

Noi che focosi della nostra gioventù ci scagliamo come aquile rapaci contro i deboli per fargli sentire il peso delle ingiustizie che ci schiacciano a loro volta , come per reclamare giustizia sotto la bandiera del nazionalismo e della violenza .

Noi che non crediamo nella lotta e nel cambiamento, ma accettiamo passivamente quello che ci impongono purché non ci tocchi individualmente , bollando la politica e la rivoluzione come armi noiose e da vecchi.

Noi siamo giovani e crediamo che tutto si sistemerà con l’avanzamento della scienza e con l’intervento della mano invisibile del mercato .

Noi che siamo Atei di fratellanza e di amore per il prossimo , ciechi alle ingiustizie del mondo oltre il nostro naso , sicuri di non poter far nulla per cambiare le cose perché siamo soli davanti ad un sistema che al minimo segno di ribellione toglie la vita e la dignità mandandoci ad elemosinare spiccioli sotto un ponte .

Noi Siamo coloro Che Lottano Contro il mostro del Capitalismo , contro le ingiustizie Sociali , Contro il predominio del forte sul debole , Contro un sistema corrotto che ci vuole deboli , fiacchi e pigri davanti allo scorrere delle loro malefatte ai danni dell’umanità intera .

Noi siamo Rivoluzionari e lo sei anche tu , noi siamo la nuova generazione che dovrà sostenere questo paese e tutti coloro che sono vittima dell’imperialismo e dei soprusi dei pochi sui molti , insieme , uniti, fratelli, compagni , contro il mostro che divora il nostro Avvenire

Noi siamo il Futuro.