Il tempo non ci fermerà: di Nicolas Mariucci

Il 16 aprile 2020 morì Angelo Ghisolfi. Costui non era altro che uno dei migliaia di ragazzi che poco più che maggiorenni decisero di lottare per la propria libertà, quella della sua famiglia e del mondo intero. La morte lo colpì alla veneranda età di 96 anni ; 70 anni fa’ capí che il mondo in cui viveva aveva bisogno di essere cambiato e per questo nobile ideale mise in gioco la sua stessa vita. Lui era l’ultimo partigiano tortonese ancora in vita e con la sua morte si segna la scomparsa tangibile di chi lottò per il nostro paese prima che molti di noi fossero nati. Cosa resterà fra 50 anni dei pochi superstiti partigiani ? Un vago ricordo che si perde negli eoni , qualche medaglia arrugginita e una lapide senza più alcun fiore a fargli compagnia. I nostri nonni hanno combattuto e sofferto, sono morti per darci nelle mani un paese dove vivere in armonia e in fratellanza .

Il solco lasciato dai nostri avi rischia di ricoprirsi di erbacce e con lento moto perpetuo rischiamo persino di dimenticare le loro gesta. Noi diciamo NO a tutto ció.

È nostro dovere di cittadini ma soprattutto di uomini quello di non dimenticare le radici da cui tutti proveniamo ed attingiamo nutrimento. Dietro la cortina di fumo delle nostre splendide cittá esiste una distesa di uomini e donne che soffrono per le ingiustizie del sistema a cui siamo costretti a sottostare , dove il guadagno fagocita l’umanità e il bene privato quello comune .

È nostro dovere continuare a lottare scegliendo i nostri “influencer” nel migliore dei modi , un paese diventa grande quando grandi sono colore che vengono scelti come fari guida in questo mare tempestoso. Il tempo distrugge le tracce del passato , gli uomini muoiono … ma i sogni si tramandano di generazione in generazione In un ciclo senza fine. Rendiamo eterni i Nostri Avi.