“Centrosinistra” e “centrodestra”, ancora si pensa che siano due cose diverse? Destra e sinistra sono ancora termini validi al giorno d’oggi? di Alfio Ladisa

“Centrosinistra” e “centrodestra”, una finta divisione, ridotta ormai a uno squallido derby calcistico, segna la politica italiana da tanti anni. Ma esiste davvero? Quali sono le differenze tra queste due fazioni? Abbiamo il centrosinistra, visto nell’immaginario comune come “comunisti”, “sinistroidi” e meno comunemente come “sinistrati”, è formato da Partito Democratico, +Europa, Italia Viva, Azione e diverse altre realtà più piccole. Notoriamente servi dei padroni, si è parlato spesso del PD che salva le banche e […]

Deideologizzazione? Parliamone

Un disegno di legge viene depositato: un fronte trasversale a suo sostegno, un fronte trasversale ad opporsi. O ancora: totale accordo ed armonia riguardo ai modelli economici e di sviluppo in seno al dibattito politico. O anche: periodiche rittrattazioni delle posizioni precedentemente espresse, con la damnatio memoriae per voti e pareri espressi. Queste scene assolutamente familiari ad ogni occidentale vengono in genere ricondotte al fenomeno della “deideologizzazione”, ossia della progressiva perdita d’indentità caratteristica da parte […]

Sulla degenerazione della politica

Siamo nel 2019, sono passati undici anni dalla crisi del 2008 e siamo in una condizione alquanto ilare. Le Destre vedono una nuova luce, la Sinistra si fossilizza, economia in decrescita, sempre più poveri diventano più poveri e sempre più ricchi diventano più ricchi, nell’era del tardo capitalismo globale siamo tutti più piccoli. False promesse per false politiche “sociali”. Quali politiche sociali? Reddito di cittadinanza? Tagli al pubblico? Austerità? Jobs act? Bah, roba da commercialisti.La […]

Quel “sinistrismo maschera della Gestapo” che non se ne è mai andato…

I movimenti reazionari hanno sempre mostrato una spiccata tendenza al mistificare la loro natura tramite discorsi vaghi e demagogici al fine di garantirsi una concorrenzialità rispetto ai progressisti e ai rivoluzionari. Non ci si deve stupire nel vedere i difensori più accaniti dell’ordine sociale e dello status quo ammantarsi di un’aurea socialisteggiante, tanto indefinita quanto priva di sostanza. Non devono stupire nomi come “manovra del popolo”, slogan come “Europa dei popoli” o le mascherate a […]