In che modo il proletariato diventa rivoluzionario? Di Luca degli Angeli

In occidente la maggior parte dei lavoratori di questo secolo hanno riposto le loro speranze nella strada parlamentare per cambiare la società. Una vasta minoranza ha sostenuto le idee reazionarie dei partiti conservatori e nazionalisti. I sostenitori del socialismo sono stati generalmente pochi, o almeno in occidente. Questa opposizione dei lavoratori al socialismo rivoluzionario non sorprende. Siamo tutti cresciuti in una società capitalista dove si dà per scontato che l’uomo è egoista, dove i giornali […]

Il “nemico” è una persona? di Leonardo Sinigaglia

Rapporti economici basati sullo squilibrio generano necessariamente conflitti. Ma i soggetti di questi conflitti sono i singoli (o i gruppi di questi) visti in quanto attori economici. Se è lapalissiano che esista una conflittualità fra datore di lavoro e prestatore d’opera in quanto parti antagonistiche del processo produttivo, è altrettanto ovvio che da un punto di vista “umano” non esista in linea teorica nessuna differenza di interessi. Tutti gli esseri umani hanno i medesimi bisogni […]