Alleanza marcia. Di Nicolas Mariucci

Era il lontano 2012 quando un nuovo movimento iniziò ad infiammare le piazze d’italia , un moVimento ( si diceva) prettamente popolare , lontano ed avverso alle ottiche burocratiche parlamentari, per il bene esclusivo del popolo sovrano . Ben presto però l’incompetenza e la mancanza di amministrazione dei 5s portarono ad un rapido voltagabbana della loro politica interna e persino degli ideali fondanti del moVimento, gli stessi ideali che avevano illuso migliaia di persone sulla […]

In Emilia Romagna vince l’estrema destra

La regione resta saldamente nera: le prime due liste, entrambe arroccate su posizioni neoliberali, atlantiste, europeiste e filo-imprenditoriali, sono arrivate complessivamente al 95% delle preferenze. Al di là del solito gioco delle parti che “contrappone” gli europeisti liberali ai liberali europeisti, è doveroso segnalare la totale disfatra, verrebbe da dire programmata, del terzo polo, o quello che per anni si era propagandato come tale. Fatica ad arrivare al 5% il Movimento 5 Stelle, oramai in […]

Gattopardismo all’umbra

Risultato prevedibile in Umbria, con la destra che ottiene percentuali bulgare sbaragliando sia un Partito Democratico diviso e masochista che un Movimento 5 Stelle soggetto a massicce diserzioni per l’accordo di governo. La coalizione di destra, identica contenutisticamente rispetto a quella della “sinistra” liberale, ha vinto principalmente per la dissimulazione: forza negativa nei confronti dell’assetto politico, vicina ai cittadini, contro i “poteri forti” e per la sovranità. Ovviamente si tratta di una maschera funzionale al […]

Il Movimento e i sindacati impedirono le barricate nel 2011-2013, la Lega le impedirà nel 2019, ma c’è un ma.

Oramai è chiaro a tutti il ruolo che ebbe il Movimento 5 Stelle e i sindacati istituzionali nel periodo che va dall’instaurazione del governo Monti sino a quel periodo di lotta che culminò in scioperi selvaggi e nello spontaneo movimento dei Forconi. Il loro ruolo fu quello di garantire uno sbocco controllato ed innocuo alla tensione che si era creata sin dall’inizio degli anni 2000, che rimaneva latente e che trovò nel “lacrime e sangue” […]

Partito Unico Liberale: si alla Tav, si all’Euro

La votazione ieri conclusasi sulla TAV dimostra ancora una volta quanto le differenze qualitative tra i vari partiti siano oramai assolutamente inesistenti. Il Partito Democratio da subito ha basato l’opposizione al cosiddetto “Governo del Cambiamento” sul campo dei diritti civili e della retorica, caricando a testa bassa i suoi avversari armato, solamente, delle solite controproducenti accuse di razzismo, omofobia e fascismo. L’inutilità di questa linea d’azione è manifesta da anni, solamente un analfabeta politico può […]