Il futuro di un giovane, di Nicolas Mariucci

Sono più di 200.000, solo in Italia, i giovani neo-laureati che, nonostante gli innumerevoli sacrifici economici per pagare rate universitarie, affitto, cibo e spostamenti, si ritrovano senza nessuna garanzia lavorativa,dispersi nel grande e terribile mare del mercato liquido che travolge con le proprie onde ogni moto di indipendenza e libertà personale.Raggiungere la laurea è però un obiettivo che per un’immensa fascia di giovani e giovanissimi non è altro che una pia illusione di benessere: le […]

Questa scuola è una farsa. Documento politico di M-48

«La dimensione sociale dell’insegnamento è fondamentale». Così è riuscito un ragazzo genovese a sintetizzare il problema che affligge la scuola italiana, da quella dell’infanzia fino all’università, durante la crisi coronavirus. La mancanza totale di contatto umano con il docente, oltre a ricatapultare la scuola indietro di 50 anni con una didattica puramente frontale, è gravoso anche dal punto di vista psicologico. È appurato che un bambino, senza contatto umano, non sviluppi le sue abilità ed […]

L’istruzione ai tempi del capitalismo, di Eros RF

La scuola è da sempre – già da filosofi dell’antica Grecia, così come da pensatori della Francia illuminista – stata pensata come un istituzione volta ad istruire i (futuri) Cittadini. L’educazione spetta ai Genitori, ma l’istruzione spetta alla scuola.Ovviamente questa deve esser pubblica: tutti devono diventare Cittadini, e non ha senso che ci sia un istruzione di “classe A” e di “classe B” che crei di conseguenza Cittadini di classe A e di Cittadini di […]

Gioventù bruciata: di Nicolas Mariucci

Gli adulti ci chiamano “Millennials”; coloro che sono nati a cavallo dello scoccare del nuovo millennio , che non hanno mai vissuto le tragedie della guerra , nati nella borghese e ipocrita tranquillità di un mondo apparentemente privo di tensioni e senza ombra di lotte intestine e laceranti, chiusi in gabbiette di vetro ed intenti nel soddisfare solo e soltanto i propri interessi come il nostro caro sistema ci ha insegnato ed invitato a fare […]

SOSPENDERE GLI ESAMI DI MATURITÀ, comunicato di M-48

Non è una novità che i governanti del nostro stato vedano la scuola unicamente come un salvadanaio dal quale drenare risorse,o , al più, come un ente velleitario e problematico, da trattare con quel misto di indifferenza e sdegno tipico dei feticisti dei tagli alla “spesa improduttiva”. Non è una novità che in tempi di crisi gli studenti siano lasciati a sé stessi, completamente dimenticati o trattati con una spocchiosa sufficienza. Non è una novità […]

Covid e diritto allo studio, di Leonardo Sinigaglia

Sia la Costituzione italiana, all’art. 34, sia la Dichiarazione Universale dei diritti umani, art.26, parlano chiaro: lo studio è un diritto. È quindi dovere dello stato garantire la fruizione di tale diritto. Ora, nonostante lo stato di emergenza, i diritti sono diritti. Già la limitazione alla libertà di movimento rappresenta un enorme perdita, ma la negazione del diritto allo studio rappresenta anche qualcosa in più, perché se per contenere una pandemia può essere imposto un […]

Per una cultura militante, di Filippo Dellepiane

L’idea di cultura […] Bisogna disabituarsi e smettere di concepire la cultura come sapere enciclopedico, in cui l’uomo non è visto se non sotto forma di recipiente da empire e stivare di dati empirici; di fatti bruti e sconnessi che egli poi dovrà casellare nel suo cervello come nelle colonne di un dizionario per poter poi in ogni occasione rispondere ai vari stimoli del mondo esterno. Questa forma di cultura è veramente dannosa […] Serve […]

Boldrin, lascia stare la scuola

Michele Boldrin, l’economista liberista, si presente alla seconda conferenza del movimento “Liberi, oltre le illusioni” con una volontà di fondo ben precisa, ossia distruggere l’impianto educativo dell’istruzione italiana a favore di un impianto mirato a sfornare “imprenditori di se stessi” drogati di competizione e scentismo spicciolo. “Abolire il classico, lo studio del latino è un lusso, la programmazione è un diritto”. Ma lusso per chi, Boldrin? Lo studio della lingua e della letteratura latina è […]