Robespierre, padre e martire della sinistra. di Samuele Amaddio

Molti membri nell’ala sinistra del movimento popolare acclamarono l’esecuzione di Robespierre, tra questi vi erano Varlet l’ex enrage, e Babeuf. Pensarono che ora era possibile ritornare a una maggior democrazia diretta e alle promesse della costituzione del 1793. Quando Robespierre e i suoi sostenitori furono ghigliottinati molti testimoni segnalarono come la folla urlò: “Abbasso il Maximum!” pensando che la fine dei controlli del governo rivoluzionario sarebbe stata vantaggiosa. Anche gli schifosi terroristi, che furono responsabili […]

Rosa Luxemburg: l’inganno del preteso “interesse nazionale”, di Leonardo Sinigaglia

Quando la “patria” è in pericolo non è più tempo di discussioni politiche: ci si deve stringere “uniti”, seguire le indicazioni delle autorità ed aspettare che passi la tempesta. E’ questione di sopravvivenza. Ma è veramente così? Assolutamente no. Tolto il caso in cui si professi l’origine celeste dei fatti umani, ogni evento ha una precisa origine che si può individuare come sommatoria sì anche di cause geografiche ed ambientali, ma sopratutto storiche, ossia economiche, […]

Il partito rivoluzionario, di Samuele Amaddio

La premessa principale del marxismo è che lo sviluppo del capitalismo spingerà il proletariato a ribellarsi contro il sistema. Questo può accadere in diversi modi: una dimostrazione di massa, un’insurrezione armata o uno sciopero grande e ben organizzato. Ed è così che all’improvviso l’energia mentale del proletariato non è più usata per guardare partite di calcio o una patetica serie TV, ma adesso essa è indirizzata per cercare di risolvere questi problemi e cambiare la […]

Il Plan de la Patria 2019-2025 e la consolidazione del Socialismo Venezuelano di Andrea Gallazzi

Era il lontano 2007 quando il presidente Venezuelano Hugo Chàvez decide di creare una pianificazione economica, politica e sociale che andasse ad incrementare e rafforzare la Rivoluzione Bolivariana. Citandolo testualmente gli obiettivi sono: -Difendere, espandere e consolidare il bene più prezioso che abbiamo riconquistato dopo 200 anni: l’indipendenza nazionale. -Continuare a costruire il socialismo bolivariano del 21 ° secolo in Venezuela come alternativa al sistema distruttivo e selvaggio del capitalismo e garantire così “la massima […]

Perché la sovranità, monetaria e popolare, deve essere un obiettivo di tutte le forze anticapitaliste ! Di F. Dellepiane

Salutiamo i nostri amici dei Carc, che partecipano attivamente alle iniziative di Liberiamo l’italia. In questi mesi abbiamo avuto la possibilità di suggellare rapporti stretti con i Carc i quali, ben coscienti dell’importanza della battaglia anti Ue ed euro, si sono fin da subito mossi nella nostra direzione. Ma allora cosa mette insieme comunisti e giovani “sovranisti” e socialisti ? La voglia di rispettare ed applicare la costituzione del 1948,nata da anni di battaglia dei […]

Patriottismo ed internazionalismo

La più grave colpa che si può imputare alla “sinistra” post-sessantottina, ciò che sta alla radice della svolta liberal-liberista, è di certo l’aver rinnegato il patriottismo in nome di un cosmopolitismo astratto, lasciando quello che fu uno dei terreni storici delle forze progressiste, quello dell’indipendenza e della sovranità nazionale, alle forze reazionarie, le quali riuscirono a strumentalizzare e corromprere i simboli patriottici associandoli ad una retorica sciovinista quando non aperttamente razzista. Cosa significa patriottismo? Prima […]

Sull’Irlanda soffia il vento dell’Unità? Di Filippo Dellepiane

E dall’Irlanda arrivano buone notizie! Dalla terra dei trifogli, del rugby e di una repubblica che sogna ancora di riunirsi con il nord del paese, sottrattole ingiustamente dal Regno Unito. Si perché le elezioni parlamentari parlano chiaro: il Sinn Féin, spesso conosciuto come il braccio politico della famosa IRA, ha ottenuto ben il 25% e 37 seggi. È dunque una buona notizia, quella che i patrioti irlandesi sognino ancora, e ancora lo faranno, una patria […]

La “Rossa” Repubblica Romana, preludio di un’Italia libera

È il 28 gennaio, siamo all’Avana, e questa sera sfilano, torce alla mano, i militanti del Partito Comunista, gli studenti e i membri dell’esercito. Stanno ricordando la nascita di José Martí, rivoluzionario e poeta cubano che per primo teorizzo l’emancipazione del continente e la liberazione dei suoi popoli. Martí nacque il 28 gennaio del 1853 nella capitale dell’isola, e morì 42 anni dopo, in battaglia contro le truppe occupanti spagnole a Rio Cauto. Durante la […]

Corbyn, ma che hai combinato?

Corbyn, ma che hai combinato? Potevi essere tu a guidare la Brexit. Potevi essere il timoniere dell’Inghilterra, guidandola verso un nuovo periodo, invertento qualsiasi paradigma e dimostrando al mondo non solo che l’Unione Europea non è una costruzione irreversibile, ma che nemmeno io neoliberismo gode di tali proprietà. Potevi indirizzare i popoli delle isole verso un futuro di pace, cooperazione e solidarietà, potevi essere un Grande nella storia. Hai preferito la codardia. Non hai avuto […]

Elogio di Catilina, un rivoluzionario d’epoca antica

Pensando alle lotte sociali della nostra storia la mente corre subito ai grandi scioperi che hanno caratterizzato la seconda metà del novecento, al “Biennio Rosso”. Raramente ci si spinge fino alle rivolte contadine che per interi secoli hanno caratterizzato l’Europa moderna e medievale, e ancor più difficilmente la mente arriva fino all’epoca antica, a due millenni fa, quando un mondo da noi lontano due millenni già funzionava come il nostro: piccoli gruppi di possidenti detenevano […]