Testi in digitale

Pubblicheremo qui, ogni settimana, uno o più testi che troviamo particolarmente importanti per ogni Socialista e Rivoluzionario che si rispetti. Testi non necessariamente condivisibili in pieno, ma che possono essere comunque fonte di spunto e di arricchimento culturale. Ogni Libro, inoltre, avrà una breve introduzione o un commento iniziale scritto dai nostri militanti.

Se notate errori di battitura o di qualunque altra natura contattate giovanelibro@gmail.com. Potete anche proporci testi da impaginare, possibilmente allegandoci pdf o link che avete.

Per visualizzare la pagina anche su dispositivo mobile, andare sulle opzioni della propria applicazione e attivare la visualizzazione pagina desktop. Scusateci per il momentaneo disagio.

Novità:

27 Giugno. Pubblichiamo il saggio sulla Rivoluzione, di Carlo Pisacane.

27 Giugno: Ripubblichiamo Stato e Rivoluzione, aggiungendo il “settimo capitolo” incompleto scritto da Lenin

20 Giugno: Pubblichiamo Stato e Rivoluzione, di Lenin.

20 Giugno: Abbiamo aggiunto l’introduzione fatta da un nostro militante nel Manifesto del Partito Comunista. Corretti piccoli errori in altri testi.


Libri

Il Manifesto del Partito Comunista, pubblicato a Londra nel 1848, periodo particolare per le fomentazioni in Europa, è forse uno dei testi più fondamentali, ed assolutamente da leggere soprattutto se si è ancora inesperti e si vuol iniziare ad approfondire il Socialismo. Questo libro breve, ma pregno di pensieri ed analisi, sarà preso non a caso come punto di riferimento e di ispirazione non solo dai Comunisti, ma da tutti i Socialisti. Non c’è molto da stupirsi se il Comunismo, nato dai pensieri rivoluzionari di Marx ed Engels, sia ormai il pensiero socialista più affermato al mondo.


Dei Doveri dell’Uomo, scritto nel 1860 da Giuseppe Mazzini, è forse uno dei testi più importanti del Risorgimento. L’originalità del pensiero di Mazzini sta nell’affermare che la vita di ogni uomo, per esser davvero “compiuta”, deve essere dedicata al miglioramento morale di ogni individuo, passando inevitabilmente per la comunità. Solo questo senso di Dovere porterà l’Umanità al Progresso.


Il Libro Verde, scritto da Mu’ammar Gheddafi nel 1975, è considerato esser uno dei libri più importanti nel continente africano e nei Paesi arabi. Ispirato dal Libretto rosso di Mao, Gheddafi cerca di esporre tutte le proprie idee e i propri pensieri politici ma anche economici in questo libretto, che a sua volta ispirerà molti rivoluzionari del suo continente, quali Sankara o anche Lumumba.


Stato e Rivoluzione, scritto da Lenin nel 1917, è considerato come uno dei testi più importanti e fondamentali per il pensiero marxista-leninista, o comunque Comunista in generale. Su queste analisi e pensieri si è basata l’Unione Sovietica, almeno fino all’ascesa di Kruscev; grazie a questo testo, insieme ad altri di Lenin, hanno avuto successo i movimenti rivoluzionari di stampo appunto marxista-leninista, riuscendo quindi ad applicare il socialismo nei loro Paesi, come Cuba, la Cina di Mao, Vietnam, la Corea del nord, e tanti altri.


Il saggio sulla Rivoluzione, scritto nel 1848 da Carlo Pisacane, è praticamente lo scritto politico più importante del rivoluzionario napoletano. Un rivoluzionario spesso dimenticato, ma che ha dato anima e corpo affinché l’Italia si unisse raggiungendo il Socialismo. Questo scritto, insieme al Testamento politico (presente nel libro), è fondamentale per capire i pensieri di Pisacane, e può certamente essere fonte di ispirazione.


Scritti brevi

Perché il Socialismo? è lo scritto politico più importante del celebre fisico Albert Einstein. Questo articolo, solitamente ignorato dai liberali che cercano di deformare la figura dello scienziato, spacciandolo, appunto, per un liberale, sta a testimoniare il pragmatismo del grande pensatore che lo porta a supportare apertamente il Socialismo. E questo atteggiamento non venne affatto ignorato dai servizi segreti statunitensi, che apriranno un intero fascicolo sul fisico Tedesco temendo che questo intrattenesse rapporti con spie sovietiche.